Gianfranco Ferré: “Sotto un’altra luce” a Palazzo Madama

gianfrancoferrè_MostraTorino

 

In esposizione gioielli e ornamenti firmati dal noto stilista

 

di Barbara Saccagno 

Lucenti armonie si fondono con l’imponenza delle architetture sabaude: a Torino in mostra, fino al 19 febbraio 2018, gioielli ed ornamenti di Gianfranco Ferré, 200 creazioni che incantano e sorprendono. La solennità della Sala del Senato a Palazzo Madama non ha certo bisogno di presentazioni, qui è passata la storia di Torino, e del Piemonte, ed il cuore della giovane Italia che iniziava il suo cammino di Paese unito – oggi non ancora davvero compiuto nella sua pienezza -.

 

 

Un palazzo ricco di Storia, e di storie, che come per magia, attraversato lo scalone dell’ingresso laterale o quello barocco Juvarriano dell’atrio principale, riporta il visitatore 3.0 alla vita di corte torinese dei tempi d’oro, fra abiti pomposi, lusso, trame e intrighi di potere degni dei migliori romanzi da feuilleton – oggi, decisamente troppo banali, diremmo “da fiction” -. Questo luogo raccoglie, e custodisce, episodi, vite e chissà quali misteri di tempi perduti,sino all’età romana, che con le sue tracce imponenti accoglie il visitatore che da Piazza Castello oltrepassa la sua bella facciata armonica, che nasconde le vestigia possenti del medioevo ducale di Casa Savoia.

Quale miglior luogo per ospitare le creazioni, vere opere d’arte, del famoso stilista Gianfranco Ferré se non il salotto buono delle Madame reali? Sono certa che Madama Cristina e Madama Giovanna Battista di Nemours, con il loro gusto glamour francese che ha segnato Torino, ne rimarrebbero incantate.

Nemmeno il geniale stilista Ferré necessita di lunghe prefazioni, è uno dei grandi protagonisti della moda italiana e mondiale di tutti i tempi. La creatività delle sue architetture da indossare mi ha affascinato sin da piccola. Un fascino potente che ho incontrato nei luccichii e nelle armonie tridimensionali degli accessori ingabbiati al centro del salone; creazioni luminose che si mostrano al visitatore squarciando le atmosfere soffuse e sonnolente del passato, irrigidito nelle pieghe dei libri di storia, con la ricchezza delle forme, amplificate dallo sfavillio policromatico dei materiali preziosi.

I selezionati capi d’abbigliamento, adagiati in teche a lato dei gioielli e degli accessori, sono straordinari; pur nell’abbondanza di pietre e di strass, e nella sfrontata ricchezza rindondante degli sfavillii haute couture, mantengono un equilibrio ed una delicata eleganza che tolgono il fiato. Non stordiscono ma risvegliano il sottile desiderio di indossarli almeno una volta nella vita, perché sembrano cadere a pennello sulle nostre ordinarie forme.

Le gabbie in rete metallica, che mi ricordano i pollai casalinghi – e mi hanno lasciato un po’ perplessa nel dialogo con i ricchi stucchi e decori della sala antica –, celano e svelano i colori potenti degli accessori, seguendo un percorso cromatico a tema da seguire a zig zag, fra il fronte ed il retro di questi capolavori indissolubilmente legati all’architettura e alla passione per la ricerca che sono il tratto distintivo, e il trait d’union, dello stile unico ed inconfondibile di Gianfranco Ferré.

La Moda incontra il Museo, intrecciando la storia antica a quella contemporanea, di un tempo, quello compreso fra gli anni ’80 e i primi del 2000, che sembra ormai parte di un passato lontano da “Milano da bere”, che si è bevuta lo stivale e che non ci appartiene, né riconosciamo, più.

Al di là dell’interesse modaiolo, è una mostra da visitare, perché stupisce e attrae nella sua complessità eterogenea di colori, materiali, miscele; perché si lascia osservare “sotto un’altra luce”, quella della ricerca, della cultura e del know how che si nascondono dietro le luci un po’ falsanti delle passerelle.

Ogni singolo elemento è un progetto composito che unisce la creatività, la professionalità e l’abilità d’eccellenza artigiana, quella di chi, nell’ombra, ha realizzato il disegno, l’idea geniale del creatore, in materia, in opera d’arte da indossare.

Approfondimenti
Per dettagli
Gianfranco Ferré
“Sotto un’altra luce – Gioielli ed Ornamenti”
12 Ottobre 2017 – 19 Febbraio 2018
Palazzo Madama – Piazza Castello, Torino
Mostra a Cura di Francesca Alfano Miglietti
Organizzata e prodotta dalla Fondazione Gianfranco Ferré e Fondazione Torino Musei

Lascia un commento