“Il cacciatore di dote” di Ornella Albanese – illustrazione

cover Il cacciatore di dote

 

 «Vi avevo avvertito. Mai ferire una donna»

 

di Dora Foti Sciavaliere 

 

Ornella Albanese, nota penna romance italiana, per la collana I Romanzi – Classic, edita da Mondadori, ha pubblicato una serie di romance storici di ambientazione medievale e ottocentesca. Tra questi “Il cacciatore di dote” (2013). Nella mia rubrica propongo un estratto dell’opera in chiave illustrata, per dare forma alle parole e all’immaginazione, secondo il mio punto di vista. 

“Il cacciatore di dote” è il primo romanzo della serie “La sartoria dell’amore”, al quale seguiranno “Il cacciatore di nuvole” e “Il cacciatore di storie”, ambientati nella Firenze di fine Ottocento.

In questo primo romanzo della trilogia il protagonista è il conte Lupo Sanminiati, che, sommerso dai debiti, ha solo un modo per evitare la prigione: trovare al più presto una moglie ricca. Con una lista di giovani aristocratiche adatte allo scopo, il nobile si reca a una festa danzante e dà inizio alla caccia. Ma le voci del suo dissesto finanziario, purtroppo, si sono già diffuse rendendo vano ogni sforzo.

Tutto sembra perduto, finché si fa avanti Aurea del Poggio, che Lupo non aveva preso in considerazione perché troppo insignificante. La ragazza gli propone l’accordo che lui desidera, però fin dalla prima notte di nozze si troverà impreparata a fronteggiare il tipo di vita che l’aspetta al fianco del marito. E l’unica soluzione possibile ferirà profondamente Lupo, rischiando di compromettere il futuro di entrambi.

Lascia un commento