Tweed mood, il nuovo lusso invernale

Tweed mood, il nuovo lusso invernale

di Laura Longo

Torna alla ribalta lo scozzesissimo tweed, il classico tessuto in lana che per antonomasia è una delle prerogative del guardaroba maschile. Simbolo di un’eleganza sobria, sofisticata e senza tempo, il tweed è un tessuto estremamente versatile capace di rendere perfetti il tailleur dal taglio maschile, il comodo cappotto oversize e la calda mantella avvolgente da usare nelle giornate più fredde.

 

 

Nonostante la consistenza piuttosto importante, in questo inverno 2013, gli stilisti celebrano questa stoffa di antica tradizione anglosassone con capi iperfemminili e dal gusto prevalentemente metropolitano: Marina Rinaldi propone la gonna a tubo, lunga sotto il ginocchio da abbinare a una giacca in tricot con polsi in pelliccia. La designer Luisa Viola opta, invece, a dei portabilissimi pantaloni a sigaretta accostati a una classica camicia bianca. La storica maison francese Chanel sfoggia gonne corte svasate indossate con ampie cinture perspex grigie e giacche sottili.

Belli anche i cappotti: destrutturato e a un solo bottone quello di Martino Midali, con le decorazioni floreali e maniche a tre quarti è il cappottino di Antonio Marras. Per Laura Biagiotti, il modello è a doppio petto con tessuto spigato e un ampio collo in pelliccia. Un abbinamento non convenzionale che però funziona alla grande, sdrammatizzando entrambi i tessuti per ottenere un mix estremamente moderno e grintoso, ma femminile.

Sulla passerella di Dolce e Gabbana il trend è il total look in tweed. Abiti, cappotti, gonne e giacche di questo tessuto convivono in uno stesso outfit: il divertimento è spezzarlo, accostando il tweed a tocchi di bianco o a accessori ultrachic per rendere il proprio look più sbarazzino e contemporaneo. Per due stilisti italiani bastano solo un paio di francesine blu o una blusa bianca o più semplicemente dei guanti neri ma d’impatto per essere improvvisamente in contrasto con il tessuto “serio”.

Lascia un commento