“Microfono in viaggio” di Pier Carlo Leone e Danilo Paggi

Un’amicizia nata on air a Radio Biella

di Barbara Saccagno 

Con “Microfono in Viaggio” ritorna la tagliente penna di Pier Carlo Leone accompagnata da un nuovo compagno di viaggio, Danilo Paggi, alla ricerca delle infinite sfumature della vita vissuta tra le pieghe della grande Storia del nostro paese.

“Microfono in viaggio” è il riflesso delle personalità dei due autori, un’inedita coppia di protagonisti che “starebbero a pennello” tra i personaggi di un film thriller anni Cinquanta: l’uno, l’intrepido giornalista radiofonico che sfida ogni rischio per arrivare al cuore della notizia, per eviscerare le profonde dinamiche psicologiche e sociali dietro al semplice fatto di cronaca.

Pier Carlo Leone è sempre pronto a partire senza indugi se subodora il profumo di una buona storia con il suo “mitico” registratore anni Ottanta, che ne ha viste “di cotte e di crude; l’altro, impeccabile, preciso, puntuale ed attento alle regole. Danilo Paggi sotto l’impermeabile da consulente finanziario con il pallino della verità nasconde un cuore che pompa al battito delle note della musica dal vivo, una passione viscerale che vibra sulle corde di basso e chitarra.

Questo libro è il frutto di una lunga amicizia nata tra i microfoni di “Radio Biella” grazie alla comune passione per la Musica Viva Vera e per le storie, quelle che meritano un ascolto perché hanno qualcosa di interessante da dire. Non importa se si tratti di grandi vicende, quelle che brillano sotto le luci dei riflettori, o di piccole ed ordinarie vicissitudini che incontriamo nella nostra quotidianità, spesso senza prestargli attenzione, ciò che conta è comprendere le dinamiche sociali, il pensiero che scuote le coscienze e spinge a meditare.

Una miscela esplosiva che riesce a stupire pagina dopo pagina e che, volente o nolente, invita il lettore a riflettere, a confrontarsi con il mondo e con sé stesso. La capacità di osservare con profondità ed estrema puntualità la realtà italiana delle suore di clausura, lucide osservatrici nel silenzio del convento, si intreccia con l’analisi sociale,vibrante, inattaccabile e chiara, della “paladina dei Rom” che ricorda la necessità di superare la xenofobia dilagante per costruire insieme un mondo migliore. Così come la psicologia criminale non stona nell’ordito del libro intersecandosi alla trama delle parole dei tutori della legge.

Non può mancare l’amore grande dei due autori: la musica; tante le interviste che mettono in risalto il valore unico di un’arte, forse la più “pop” di tutte, che è riflesso di emozioni, passioni, creatività ma anche di grande professionalità, talento, sacrifici, fatica, luci e molte ombre.

“Microfono in viaggio” è una navigazione emozionante che scorre fluida fra rapide e tratti più calmi, toccando tanti porti, lontani, diversi, a volte in contrapposizione ma mai banali.
Tante le storie, qualcuna esplode altre raccontano sotto voce il proprio vissuto, tutte vogliono portare a galla i tanti contrasti del nostro tempo.

Donne, uomini, parole, volti, suoni, immagini e storie in bilico fra l’oggi ed il secolo appena passato. Uno spaccato della nostra società che immerge il lettore in un mondo che conosce, che sente sulla sua pelle, che annusa e morde ogni giorno. Leggendo si scopre sé stessi, si provano emozioni, positive o negative, ci si commuove o si prende le distanze. Tra le pagine ci si può ritrovare nel vissuto altrui, accorgendosi che, forse in qualche modo, gli essere umani, pur nella diversità, si somigliano più di quanto si è disposti ad ammettere.

Le due anime differenti di Leone e diPaggi, unite da un amore sanguigno per la musica e da un’amicizia solida, hanno realizzato interviste singolari in un rocambolesco viaggio per costruire il libro: un “meta”libro che meriterebbe un’edizione a parte per svelare le peripezie dietro alle parole stampate. Ogni libro è un mondo complesso che va ben oltre ciò che è scritto nero su bianco, è un universo che unisce la storia raccontata al suo autore in una simbiosi profonda che lascia il lettore libero di cogliere ciò che crede, senza limiti né costrizioni.

– Pier Carlo Leone – Danilo Paggi, “Microfono in Viaggio”, Lineadaria Editore, 2018.

Lascia un commento