“Wildlife Photographer of the Year 53” a Bard

Immancabile appuntamento:
un’immersione nella natura
da non perdere 

di Barbara Saccagno 

Fino al 10 giugno al Forte di Bard (Bard, Ao) si può fare un viaggio attraverso la consapevolezza e la meditazione sul rapporto uomo/natura, è un vero e proprio reportage che mette spesso a nudo la crudeltà e la stoltezza dell’umanità nei confronti di madre terra, ci mostra quanto siamo ingrati e autodistruttivi, senza rispetto distruggiamo lei e noi stessi, incuranti di tutti. Il vincitore assoluto, Ben Stirton, con una fotografia che è un pugno nello stomaco che toglie il fiato, il rinoceronte ucciso per strappargli il corno per un inutile e cruento trofeo di caccia, ci costringe a fermarci a riflettere.

 

Così come quella scelta come manifesto della mostra, un cavalluccio marino che poetico nella sua essenza passeggia nelle profondità marine ancorato ad un netta orecchie, un chiaro grido contro l’inquinamento che sta asfissiando il globo, davanti alla nostra indifferenza, quasi non toccasse le nostre esistenze, presenti e future.

Ma le immagini ritratte sanno anche raccontare che il dialogo inter pares fra uomo e animale è possibile se si ritorna ai rapporti diretti veri, lontani dalla assurdità del consumismo, un’opera fra tutte mi ha colpito in tal senso, un ritratto di un bambino, dalla bellezza struggente e vera, nella foresta, immerso nell’acqua che porta sulla testa un piccolo di scimmia. Un racconto che in un’immagine svela la magia che si ritrova tornando alle origini.

Le fotografie mostrano anche al grande bellezza della Terra, ritraendo paesaggi fiabeschi che sembrano partoriti dalla fantasia di Tolkien, eppure sono realtà, o la tenerezza del mondo animale, l’umanità dolce e malinconica dei primati, l’essenziale legge della natura, la potenza della luce del sole o del manto stellato.

Con piacere mi è sembrato di notare una diminuzione degli effetti spinti di fotoritocco, ho ritrovato più naturalità ed essenza, ritratti umani ed animali che ci invitano a dialogare con loro, immagini che ci chiamano a soffermarci sul mistero della vita sulla terra, sull’infinita storia del nostro meraviglioso pianeta.
Un’esperienza che non delude mai.

Approfondimenti
Info
“Wildlife Photographer of the Year 53”
Forte di Bard – Bard (Ao)
16 Febbraio – 10 giugno 2018
Martedì – Venerdì 10.00 – 18.00
Sabato – Domenica e Festivi 10.00 – 19.00
Chiuso il lunedì

Lascia un commento